Rinite Allergica

rinite allergica

La rinite allergica è un disturbo infiammatorio della mucosa nasale provocato da allergeni specifici.

 

Cause

La rinite allergica, ad esempio la “febbre da fieno”, è una patologia della mucosa nasale caratterizzata da un’infiammazione mediata da molecole denominate immunoglobuline E che si scatena in seguito all’esposizione ad una o più sostanze irritanti dette allergeni.
Questa patologia è caratterizzata da rinorrea (naso che cola), starnuti, prurito e, nelle forme più severe, congestione. Si tratta di sintomi reversibili spontaneamente, con la sospensione dell’esposizione all’allergene, o in seguito a terapia farmacologica o immunoterapia specifica (vaccini).

 

Sintomi

La rinite allergica solitamente si presenta sotto forma di starnuti, prurito nasale, lacrimazione che durano per più giorni, soprattutto in concomitanza con l’esposizione all’allergene; nelle forme più severe può intervenire congestione nasale (naso chiuso), con perdita di odorato e gusto; in qualche caso possono comparire anche tosse e difficoltà  a respirare.

 

Prevenzione

Per prevenire l’insorgenza di riniti allergiche, cercate di vivere in un ambiente igienico e pulito, prestando particolare attenzione alla pulizia di guanciali e materassi, così come di tutti quegli oggetti in cui si possono raccogliere acari, pollini o muffe; utilizzando magari un apparecchio per purificare l’aria, dotato di filtri elettrostatici in grado di catturare allergeni e particelle di diverse dimensioni.

Cure

 La cura delle riniti allergiche comprende: una terapia farmacologica/cortisonica e l’immunoterapia. Gli antistaminici riducono l’espressione clinica di prurito nasale, starnuti e rinorrea; i cortisonici topici riducono l’ostruzione nasale. L’immunoterapia (ITS) mira a somministrare al soggetto allergico dosi progressive di allergene, per indurre “tolleranza”, o a desensibilizzare nei confronti dell’allergene stesso.

Il Farmacista Consiglia

Mostrando 1–18 di 33 risultati

Mostrando 1–18 di 33 risultati